STAGIONE  TEATRALE

2015

 

 

 

 

 

 

 

                        

 

I primi 100 anni di Edith Piaf

TEATRO POTLACH

Domenica 8 febbraio

In occasione del centesimo anno della nascita di Edith Piaf (1915-2015) un viaggio musicale nella Francia degli anni Trenta, fino ad arrivare agli anni Cinquanta attraverso le canzoni di Edith Piaf.

 

 

                                                                           

Shakespeare e le nuvole – BUSTRIC

Sabato 14 Febbraio ore 21:00

Viaggio leggero e avventuroso del Prof. Bustric nell’opera di William Shakespeare, per festeggiare il 450esimo anniversario della sua nascita. Bustric immagina tutta l’opera del grande William come un cielo pieno di nuvole che sono in continuo movimento e formano globi e planisferi di mondi bellissimi, sempre diversi e perfettamente compiuti.

 

 

Blue Bird Bukowski – NUOVO TEATRO ABELIANO

Sabato 21 febbraio ore 21:00

Bukowski è morto? Sembra di sì, se andiamo a controllare la sua biografia: il vecchio Buk ci ha lasciato nel 1994. Eppure le librerie sono piene dei sui romanzi e delle raccolte poetiche che vendono molto bene. Ci siamo chiesti, se tornasse indietro, se si risvegliasse all'interno di una squallida camera di obitorio, cosa farebbe. La risposta è: esattamente quello che ha fatto per tutta una vita: bere, scommettere, fare l’amore e soprattutto scrivere, scrivere e ancora scrivere.

 

 

Noche de Tango – ARTE E TEATRO

Sabato 14 marzo ore 21:00

Il Tango è un linguaggio, è un fenomeno vivo di cultura, che oltrepassa i confini della sua terra, è il frutto di una ibridazione tra diverse Popolazioni, che vede coinvolte danze, linee melodiche e ritmi differenti. Il pubblico verrà letteralmente rapito e affascinato dalle musiche   suonate dal vivo e dall’esibizione dei ballerini, trascinandoli in una atmosfera surreale.

 

 

Sketch & Scotch – DUO MIMATTO

Sabato 11 aprile ore 21:00

Lavoro ispirato al mimo classico e al mimo comico contemporaneo. Parliamo un linguaggio non verbale quanto più possibile accessibile a tutti, al bambino e all’adulto, giochiamo sull'evocatività del gesto, per restituire all’immaginazione il potere di decollocarsi da un presente vuoto di orpelli scenici verso un assente ricco di surrealtà. Di fronte e dentro a situazioni assurde, si liberano il riso e il pianto, il comico e il tragico, la voglia di aprirsi gli altri e la resistenza che chiude in se stessi, la durezza di un pugno mortificatore o la morbidezza di una mano protesa in segno d’aiuto. Amiamo la vita e mimiamo la vita.

 

 

La mia Fara – ALBERTO AMICI

Sabato 25 aprile ore 21:00

Lettura con supporto audiovisivo del “Farese Doc” Alberto Amici, il quale ha anche concesso gentilmente la foto storica qui accanto, opera di Filippo Rocci. Lo spettacolo prende spunto dal libro “La mia Fara” dello stesso Amici, in cui sono presenti numerose testimonianze della gente del luogo. Lo spettacolo è prodotto dal Teatro Potlach.

 

 

 

L’atletico ghiacciaia – ALESSANDRO BENVENUTI

Venerdì 1 maggio ore 21:00

L'Atletico Ghiacciaia - come spiega lo stesso Benvenuti - è il parlare sporco, l’anarchismo disorganizzato di un anziano che somiglia sempre più a una pentola a pressione con problemi alla valvola. Il desiderio di un antico ordine che sembra portatore di un desiderio inconscio di disordine. L'Atletico Ghiacciaia è una notte di fine ottobre, così innaturalmente umida e calda da sembrare estate. E Gino, il nostro eroe che ne è cantore primo, è megafono, manifesto, pennellessa e colore… e la tonalità preferita è il "verde bile".