STAGIONE TEATRO RAGAZZI

2022

9. Direttori d'Orchestra Potlach.jpg
DSC00140.JPG
Istantanea 2.png
12. Grotta del mutamembra 3.jpg
13. Di magiche storie e montagne incantate 2.jpg
14. Funghi in città. Marcovaldo - Arterieteatro.jpg
Storie di Kirikù_2.jpg

“DIRETTORI D'ORCHESTRA” - TEATRO POTLACH

Domenica 6 Marzo, ore 17:00

Formano una strana coppia questi due musicisti mentre provano “Le quattro stagioni” di Vivaldi. Uniti da un’amicizia tenera ma turbolenta, ne fanno di tutti i colori: litigano, fanno a pugni, si riconciliano, si fanno scherzi a vicenda, ma dividono anche la fame e in fin dei conti l’ultimo biscotto.

E quando poi incontreranno un fantasma…come se la caveranno? Lo vedrete!

Una magica fiaba sulle quattro stagioni con scene comiche, tragiche e a volte assurde che si susseguono con ritmo frenetico.

Lo spettacolo è adatto ad un pubblico di tutte le età, grazie alla sua ricchezza di situazioni buffe e curiose, per il ritmo e i diversi livelli di associazione.


“CAPPUCCETTO BLUES” - TEATRO INVITO

Domenica 20 Marzo, ore 17:00

Due bluesman, due musicisti girovaghi, un po’ straccioni e un po’ poeti. Ricordano
i bei tempi andati, quelli del vecchio zio George, il grande George “Howling” Wolf,
artista trasformista, in grado di camuffarsi in men che non si dica nei modi più
impensati: bambina, vecchietta... Purtroppo finito male. Incidente di caccia. E,
ricordando i bei tempi, cantano le loro arie preferite: l’inno dei lupi, la ballata della
nonna malata, il blues del cacciatore.
Stanno andando a Wolf City, al Wolf Pride, il raduno dei lupi. Tutti ce l’hanno con i
lupi solo perché han sempre fame: per questo sono reietti. Ma è il tempo del
riscatto! È ora che si ristabilisca la verità. Perciò i due lupi racconteranno la storia
a modo loro.


“È FATTO IL FATTO?” - TEATRO PAT

Domenica 3 Aprile, ore 17:00

Partendo dagli studi di Ernesto De Martino sulla Magia nel Sud Italia, abbiamo
coniugato il linguaggio dei riti magici a quello del teatro per l’infanzia. Attraverso
l’assurda comicità dei due personaggi in scena, raccontiamo tradizioni che tendono
a sparire.
Riportare queste antiche ritualità, che si tramandavano oralmente da nonna a
nipote, in un mondo che è votato ormai completamente al digitale, all’aleatorietà
dello schermo, dove non vi è posto per la memoria, è una delle responsabilità che il
teatro deve avere.

“LA GROTTA DEL MUTAMEMBRA” - RUOTALIBERA TEATRO

Domenica 10 Aprile, ore 17:00

Vinnie è un folletto del bosco, un animo gentile pieno di fantasia ed immaginazione che subisce però sopraffazioni e scherzi pesanti da parte di tutti, fatine, contadini e cavalieri. Al colmo dell’esasperazione medita di vendicarsi su Sir Parson, un Cavaliere un po’ vanesio e sciocco, autore di alcuni degli “scherzi” da lui subiti.
Il folletto architetta così un viaggio che nelle sue intenzioni dovrebbe concludersi con la vendetta. Fino a quando un fatto inaspettato accompagnerà i protagonisti verso una risoluzione diversa del conflitto.

“DI MAGICHE STORIE E MONTAGNE INCANTATE” - COMPAGNIA IL MELARANCIO

Domenica 24 Aprile, ore 17.00

Da bambini, un tempo, alla scuola elementare, imparavamo una buffa frase per ricordare il nome delle Alpi: Ma Con Gran Pena Le Re Ca Giù; era un piccolo trucco che aiutava la memoria, eppure nella fantasia diventava qualcosa di più, quasi una formula magica, che come l’Apriti Sesamo delle Mille e una notte, spalancava le porte ad un mondo sconosciuto, misterioso e da scoprire. Nel nostro immaginario, con un po’ di timore reverenziale, per la sua grandezza, la montagna diventava una presenza viva e pensavamo a lei quasi come ad una persona …

“MARCOVALDO-FUNGHI IN CITTÀ” - ARTERIE TEATRO

Domenica 1 Maggio, ore 17.00

da “Marcovaldo, ovvero le stagioni in città” di Italo Calvino
Una storia simpatica e divertente, racconta di un “uomo di natura", Marcovaldo, che riesce a trovare fra lo smog e i grattacieli di una grande città un piccolo angolo verde dove alimentare il sogno di un “altrove”.
Marcovaldo ha un animo sensibile e quasi ingenuo, prigioniero di una città che sfoggia
aggressivamente manifesti, insegne luminose, vetrine, semafori. Nulla di tutto ciò attira la sua attenzione ma una foglia che ingiallisce su un ramo, una piuma impigliata in una tegola, un buco di tarlo in una tavola, non gli sfuggono mai!
Un dì, all’ombra di questa città grigia e fredda, fa una scoperta favolosa, che lo esalta e trasforma la sua giornata!

“STORIE DI KIRIKÙ” - TEATRO DEI COLORI

Domenica 8 Maggio, ore 17.00

Il bimbo più furbo, scaltro e veloce della tradizione Africana si chiama Kirikù, è diverso dagli altri, è speciale. La sua voce si sentiva già dal ventre della mamma e appena nasce, da solo si dà il nome. Capisce che il suo mondo, il suo villaggio vive una maledizione, la fonte dell’acqua è secca, gli uomini e anche il suo papà sono scomparsi. Kirikù è piccolo, nessuno vuole giocare con lui, ma poi tutti lo cercheranno perché è coraggioso, supererà prove, libererà il villaggio dalle maledizioni. Utilizzando la sua astuzia, supererà la paura della strega Karabà, e con grande coraggio si avvicinerà a lei.
Ma nel villaggio non credono a tutto ciò.

Biglietto: 5

Per prenotare lo spettacolo scrivi un messaggio anche WhatsApp al 3517954176.