L'ultimo anno è stato un anno difficile per tutti, ma in modo particolare per il teatro che vive della relazione dal vivo tra attore e spettatore. L'improvviso stop dovuto alle restrizioni imposte per contenere la pandemia da Covid 19 ha inevitabilmente avuto un impatto fortemente negativo su tutte le manifestazioni ed eventi programmati tra la primavera e l'estate 2020 in Italia e all'estero, in modo particolare per una compagnia come il Teatro Potlach che negli anni ha fatto delle sue tournee all'estero un punto di forza. 

Il lockdown del 2020 non ha però fermato la nostra creatività e il desiderio di rimanere in contatto con il pubblico abituale, ma anche di guardare al futuro sviluppando nuovi pubblici, aumentando il numero di spettatori e potenziali sostenitori di un'idea del fare teatro profondamente innovativa e affascinante. Come trasformare, quindi, questo limite in opportunità?

Abbiamo realizzato il progetto "Spazi di Emozioni Virtuali", per il quale abbiamo vinto un finanziamento della Regione Lazio, a valere sull'Avviso Pubblico IPOR FESR Lazio 2014 – 2020 – Teatri, librerie e cinema verdi e digitali.

Questo progetto ci ha permesso di comprare nuove attrezzature flessibile e di ultima generazione, con le quali siamo andati ad implementare il lavoro ormai decennale del Teatro Potlach nell'ambito delle videoproiezioni digitali, delle luci speciali, del suono di altissima qualità. E poi un primo studio sul lavoro con gli ologrammi, la ripresa in diretta e la trasmissione ad un proiettore di ultima generazione, l'utilizzo dello streaming per l'incremento del pubblico.

I primi risultati di questo lavoro sull'implemento multimediale si sono potuti vedere nel progetto speciale "Oasis" che il Teatro Potlach ha presentato nel Campania Teatro Festival a luglio 2021.

Ma siamo solo all'inizio del percorso: la ricerca artistica e le attività creative che ne derivano, proseguono.

blocco_loghi_fesr.jpg

Il Teatro Potlach ha potuto realizzare questo progetto in quanto è risultato vincitore dell'Avviso pubblico IPOR FESR Lazio 2014 – 2020 – Teatri, librerie e cinema verdi e digitali