STAGIONE  TEATRALE

2017

L’INFERNO NON ESISTE? – LAURA LATTUADA

Sabato 28 Gennaio, ore 21.00

Dittico di Susanna Tamaro (L’inferno non esiste e Di nuovo lunedì) per la regia di Matteo Tarasco; lo spettacolo è un’indagine cruda e poetica sul difficile tema della violenza domestica sulle donne. Storie di due donne che subiscono violenza nell’ambito familiare, due storie molto diverse, che hanno come comune denominatore il dolore, la paura di confessare la verità a se stesse e agli altri, e infine quel barlume di speranza che il racconto possa in qualche modo aiutare chi legge e chi ascolta.

“Un viaggio nel profondo dell’animo umano, ove le contraddizioni più aspre si fondono, per restituire un’immagine del mondo e dei rapporti familiari vividamente controversa” Matteo Tarasco. 

 

ORCHESTRA BOTTONI IN CONCERTO

Sabato 11 Febbraio, ore 21.00

Un’orchestra e una voce, un viaggio tra la tradizione mediterranea, l’etnojazz e… L’ensamble filtra, attraverso l’originale suono che da anni la identifica, tutte le idee che riceve. Allo stesso tempo, tramite il suo lavoro di ricerca, si fa protagonista di una contaminazione continua. Le armonie e le melodie polifoniche della numerosa sezione di organetti, sorretta da un inedito organetto basso (bassoon), il collante ritmico tenuto dalle batteria percussiva, insieme al timbro "teatrale" della voce di Antonella Costanzo e ai fraseggi del solista Alessandro D’Alessandro, sono l’espressione di questa particolare sperimentazione. Le atmosfere sono varie, come la provenienza dei brani, con uno stile che spazia dal classico al contemporaneo, con sfumature di funky, reggae, afrobeat, etc. L’OrchestraBottoni è una formazione che cerca di coniugare tradizione ed evoluzione.

 

ARLECCHINO E IL PULCINELLA MISTERIOSO – TEATRO POTLACH

Sabato 25 Febbraio, ore 21.00

Si tratta di un enigma da risolvere per Arlecchino e Pulcinella. Chi è il cavaliere misterioso? Per risolverlo i due servi dovranno affrontare insieme il mare e una tempesta tropicale, le tempeste emotive dell'amore, gli inganni del Signor Pantalone dei Bisognosi, la vanità del Dottore. Ma nella bella Venezia l'amore ancora vince sull'avidità e i giochi di potere. Dopo un intreccio di bugie, furberie, astuzie e trabocchetti: colpo di scena! Il traditore verrà arrestato e il cavaliere misterioso smascherato.

Ispirandosi ai canovacci della Commedia dell'Arte, Claudio De Maglio scrive una storia antica e attuale. Sei personaggi della Commedia Dell’Arte rappresentati da due attori.

NAPOLI-NEW YORK – TEATRO POTLACH

Sabato 4 Marzo, ore 21.00

Lo spettacolo, frutto di una lunga ricerca sul tema della migrazione, racconta un'epoca attraverso le più belle canzoni scritte su temi universali come l'amore, la lontananza, la libertà, lo sradicamento dalla propria terra in cerca di un lavoro, di un futuro. Lo spettacolo è un viaggio, semplice e denso al tempo stesso, nelle vicende umane dei migranti dei primi decenni del '900, che porta lo spettatore con leggerezza a vivere le emozioni e le vicende di chi lasciò la propria terra, e che a più di un secolo di distanza sono ancora attuali.
Napoli, con i suoi personaggi multiformi, grotteschi e drammatici, poetici e violenti, sbarca nel nuovo mondo con la speranza di un futuro migliore e la nostalgia per una terra meravigliosa e mai dimenticata.

IL FILO SOSPESO - TEATRO POTLACH

Sabato 25 Marzo, ore 21.00

Storia di amore e poesia in cui si intrecciano le vite di tre personaggi: un anziano samurai, un giovane poeta giapponese e una bellissima funambola francese. I personaggi appaiono come delle visioni in un turbinio di nebbia che lascia solo a tratti intravedere, senza mai svelare,  il luogo in cui avviene questo incontro. Un racconto sospeso in aria come un fiocco di neve. Uno spettacolo dall’aspetto visuale di forte impatto che sviluppa le più moderne tecniche di video – arte, intessendole con una storia fuori dal tempo.

Incontro poetico tra due attrici della cultura orientale e occidentale, che scambiano e intrecciano saperi, costumi ed esperienze: la danzatrice giapponese di Kamigatamai Keiin Yoshimura e l’attrice di famiglia d’Arte svizzera Nathalie Mentha.

 

TOUT MOREAU. Il canto di una donna libera  – ELEONORE BOVON, BRIGITTE CIRLA, MARIE TOURNEMOULY

Sabato 1 Aprile, ore 21.00

Giocando con i loro talenti e personalità di cantanti, attrici e compositrici, Eléonore Bovon e Brigitte Cirla hanno deciso di collaborare per la creazione di questo spettacolo dedicato a una delle figure più affascinanti della cultura, sia musicale che cinematografica, francese: Jeanne Moreau. Attraverso le sue canzoni più famose e con brani meno conosciuti, con arrangiamenti originali che sviluppano tutti i colori della polifonia, lo spettacolo Tout Moreau segue il percorso e le parole di una donna libera, determinata nelle sue scelte artistiche e personali.

Col violoncello di Marie Tournemouly ad accompagnarle, Eléonore Bovon et Brigitte Cirla cantano il passar del tempo, la successione immutabile delle stagioni e la visione epicurea di un amore intenso, assoluto, non convenzionale e liberato da tutte le ipocrisie: l'immagine di Jeanne Moreau stessa...

 

DIALOGHI CON TRILUSSA – TEATRO POTLACH

Sabato 8 aprile, ore 21.00

Uno spettacolo divertente in dialetto romanesco indirizzato ad un pubblico di adulti e giovani. Attraverso alcune delle più belle poesie di Trilussa, l'attrice regala agli spettatori uno spaccato della società di allora, che ci permette di riflettere sul quella odierna. Sentiremo parlare quindi di amori che finiscono tra il tragico e il comico, di un vecchio porco che decise di lasciare la campagna per entrare a far parte della bella società,  e poi dell’onestà delle nonne di un tempo, quando l’onore e la dignità non potevano essere comprati da alcun gioiello. Non mancheranno momenti melanconici, sul tempo che passa e scorre senza possibilità di essere fermato, rappresentato da un uccellino di legno di un orologio a cucù, che con il suo canto scandisce le ore, i giorni, gli anni…

Un dialogo, più che un monologo, con il poeta romano che con la sua ironia e la pungente satira è riuscito a raccontare oltre cinquanta anni di cronaca italiana e romana.

PRIMA NAZIONALE

 

INVERNO – FLORIAN METATEATRO

Sabato 29 Aprile, ore 21.00

Una gelida alba d’inverno, un parco, una ragazza un po’ sbronza, forse drogata, e una  donna seduta su una panchina. Fra di loro inizia ben presto un inquietante passo a due, scandito da una partitura di gesti minimi e frasi smozzicate, che sottolinea i momenti di  un incontro impossibile. Ma proprio l’incontro casuale è l’inizio di una tenera e dolorosa storia d’amore che si snoda fra il chiuso di anonime camere d’albergo, solitari giardini urbani, bar. Un’indagine sulla solitudine e il desiderio, sull'“eccesso di  realtà” fisico ed emozionale, che lacera all'improvviso la banalità del quotidiano. 

“Il dramma si presenta stravolto nella forma, che definirei rock: per la velocità, per la qualità di sfumature e sottigliezze nel gesto, laddove il dramma di Fosse resta quello di un doloroso retaggio della condizione umana, che meno si solleva da terra quanto più aspira a librarsi in volo" (Franco Cordelli, Corriere della Sera)

 

FESTA DI CHIUSURA - 2 GIUGNO

Il 2 Giugno si chiuderà la Stagione di Teatro Contemporaneo con una grande festa al Teatro Potlach, in cui si susseguiranno gli spettacoli:

 

I PRIMI 100 ANNI DI EDITH PIAF – TEATRO POTLACH

COME AMMAZZARE LA MOGLIE O IL MARITO SENZA TANTI PERCHE’ – SEVEN CULTS

LA CASA DEI RACCONTI

 

BRANI  A SORPRESA – LETTI DA PINO QUARTULLO

Biglietto: 10 € 

Per prenotare lo spettacolo manda una mail a teatropotlach@gmail.com, o un messaggio anche WhatsApp al 3201636777. 

ARCHIVIO

Stagione 2016

Stagione 2015